×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.

Il percorso formativo che offre il nostro Istituto è quello previsto per l’indirizzo “ AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING”  ed è così articolato:   

UN BIENNIO COMUNE A TUTTI

 AL TERMINE DEL QUALE SI DEVE DECIDERE SE CONTINUARE CON

  • L’INDIRIZZO “AMMINISTRAZIONE,FINANZA E MARKETING” (AFM, corso IGEA nel vecchio ordinamento)
  • L’INDIRIZZO “TURISTICO”     (TUR)

OPPURE SE SCEGLIERE UNA DELLE  DUE SPECIFICHE ARTICOLAZIONI DELL’INDIRIZZO AFM:

  • SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI (SIA, corso mercurio/programmatori nel vecchio ordinamento)
  • RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING (RIM )

Quindi un biennio uguale per tutti e tre possibilità di scelta nel triennio, ma quali sono le differenze fra questi tre percorsi? Alcune materie sono comuni  ai tre corsi anche nel carico orario:  italiano e storia, matematica, inglese, scienze motorie. Per queste materie non c’è alcuna differenza neanche nel triennio e quindi non è possibile fare alcuna scelta.

Cambiano invece le materie definite “di indirizzo”e/o il loro carico orario:

  • I corsi “AFM” e “SIA” hanno in comune anche le materie di indirizzo del triennio, cambia soltanto il loro “peso” nel quadro orario settimanale: l’indirizzo AFM ha un taglio più prettamente “aziendalista”, cioè si concentra maggiormente sullo studio dei processi aziendali,  delle norme giuridiche e delle leggi economiche che regolano i processi produttivi e i mercati. Perciò rispetto al SIA si studia un po’ più di economia aziendale, una seconda lingua comunitaria per tutto il triennio ma si studia meno informatica.
  • Il corso SIA è volto a sviluppare le competenze relative alla gestione dei sistemi informativi, alla scelta e all’adattamento di software applicativi, alla realizzazione di nuove procedure informatiche. Perciò prevede più ore di informatica, e di conseguenza una riduzione di alcune ore di economia aziendale e l’interruzione dello studio della seconda lingua comunitaria dopo il terzo anno
  • Il corso RIM si differenzia più nettamente dagli altri due: è dedicato all’approfondimento delle relazioni commerciali internazionali, quindi prevede lo studio di due lingue comunitarie oltre all’inglese, l’introduzione di nuove materie come “Relazioni internazionali” al posto di “Economia politica e scienza delle finanze”, e di “economia aziendale e geopolitica” in sostituzione di “economia aziendale”. “Tecnologie della comunicazione” sostituisce l’informatica. Insomma una formazione che assicura le competenze necessarie, a livello culturale, linguistico e tecnico, per comprendere le differenti realtà geo-politiche.
  • Il corso TUR   integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire all’innovazione e al miglioramento dell’impresa turistica. Esso intende promuovere abilità e conoscenze specifiche nel campo dell’analisi dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali con l’attenzione alla valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale. Particolare attenzione è rivolta alla formazione


QUADRO ORARIO SETTIMANALE (32 ORE): 

Indirizzo AFM

 

DISCIPLINE

      1° BIENNIO

        2° BIENNIO

V°ANNO

I

ANNO

 

II

ANNO

 

III

ANNO

IV

ANNO

V

ANNO

LINGUA E LETTERATURA  ITALIANA

4

4

4

4

4

STORIA (Cittadinanza e costituzione)

2

2

2

2

2

LINGUA INGLESE

3

3

3

3

3

MATEMATICA

4

4

3

3

3

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

2

2

2

2

2

RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITA’ ALTERNATIVE

1

1

1

1

1

2^ LINGUA COMUNITARIA

3

3

-

-

-

GEOGRAFIA

3

3

-

-

-

INFORMATICA

2

2

-

-

-

DIRITTO ED ECONOMIA

2

2

-

-

-

ECONOMIA AZIENDALE

2

2

-

-

-

SCIENZE INTEGRATE (biologia e scienze della terra)

2

2

-

-

-

SCIENZE INTEGRATE (fisica)

2

 

-

-

-

SCIENZE INTEGRATE (chimica)

 

2

-

-

-

TOTALE ORE SETTIMANALI

32

32

-

-

-

LE TRE ARTICOLAZIONI  DEL TRIENNIO

                        1)   AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

INFORMATICA

2

2

-

2^ LINGUA COMUNITARIA

3

3

3

ECONOMIA AZIENDALE

6

7

8

DIRITTO

3

3

3

ECONOMIA POLITICA

3

2

3

                        2)  SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

INFORMATICA

4

5

5

2^ LINGUA COMUNITARIA

3

-

-

ECONOMIA AZIENDALE

4

7

7

DIRITTO

3

3

2

ECONOMIA POLITICA E SCIENZA DELLE FINANZE

3

2

3

                     3)  RELAZIONI  INTERNAZIONALI  PER IL MARKETING

2^ LINGUA COMUNITARIA

3

3

3

3^ LINGUA STRANIERA

3

3

3

ECONOMIA AZIENDALE E GEOPOLITICA

5

5

6

DIRITTO

2

2

2

REAZIONI INTERNAZIONALI

2

2

3

TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

2

2

-

TOTALE DELLE ORE SETTIMANALI

32

32

32

               

Il percorso è definito in modo da garantire uno “zoccolo duro”, caratterizzato da saperi e competenze riferiti ad un ampio profilo culturale, conseguiti attraverso gli insegnamenti di lingua e letteratura italiana, lingua inglese, matematica; su di esso si innestano saperi più professionali e tecnologici conseguiti attraverso le materie di indirizzo. A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Amministrazione, finanza e Marketing” consegue i risultati di apprendimento in precedenza specificati in termini di competenze.          

 

CONCORSI

Giornalistici7letterari

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

TROFEO CITTA’ DI LECCE

Nazionale

BASSI ALESSANDRO

IV^ BAFM

2 premio

15/16

TROFEO CITTA’ DI LECCE

Nazionale

PASCALI ELEONORA

III A SIA

MENZIONE SPECIALE

17/18

TEEN – REPORTERS

Nazionale

LANZILAO DANIELA

BENE FEDERICA

SCHIFA ELEONORA

IV^B AFM

V^B AFM

III^A SIA

3 premio

15/16

GIORNALISTA PER UN GIORNO

Nazionale

GRECO GIULIA LONGO DAMIANA RIZZELLO GIULIA INGROSSO FRANCESCA BENE FEDERICA CHIRIVI’ GIORGIA

V B AFM

2 classificato

15/16

Concorso Letterario Circolo Carducci

Locale

OLIVIERI VALERIO

Sede Carceraria

Primo Classificato

17/18

Concorso di poesia Internazionale, La Congrega Letteraria- Poesis

NAZIONALE

ALBERTO CIUFICI CHIARA D'ELIA

IV A SIA

 

16/17

Borsa di studio Marco Somaglia

Nazionale

LUCA SERIO

4 B Sia

Secondo classificato

17/18

 

CONCORSI Musicali e artistici

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

PUGLIA TALENT

Nazionale

TUNDO DEBORA

V A RIM

1 premio

15/16

OBIETTIVO INCLUSIONE

Regionale

RANZI JOZEFINA

VA RIM

2 premio

15/16

GOCCE DELLO STESSO MARE

REGIONALE

Gruppo Olivetti

MISTE

Menzione speciale

17/18

Fa.Re.Mi - Fare Rete- Musica -Inclusione

REGIONALE

Gruppo Olivetti

Miste

1 PREMIO

16/17

 

CONCORSI di settore

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

EURO STUDENTS’ GENERATION AWARD

Nazionale

PETRACHI RICCARDO

IV^ BAFM

2 classificato

15/16

PINK HACKATHON AWARD – NUVOLA ROSA MARATONA DI SVILUPPO FINALIZZATA ALLA REALIZZAZIONE PROGETTO SOFTWARE

Regionale

LEZZI CAROLA MARTINA BARBARA PAOLINO ANNA CLARA

DE MATTEIS MARTINA CONTINO GIORGIA

IV B AFM

1 premio

15/16

PINK HACKATHON AWARD – NUVOLA ROSA MARATONA DI SVILUPPO FINALIZZATA ALLA REALIZZAZIONE

PROGETTO   SOFTWARE

Regionale

ROLLO LUDOVICA INVIDIA REBECCA CAPOCELLO ELISA RIZZO TATIANA

IV B AFM

2 premio

15/16

PINK HACKATHON AWARD – NUVOLA ROSA MARATONA DI SVILUPPO FINALIZZATA ALLA REALIZZAZIONE PROGETTO SOFTWARE

Regionale

SANTORO GIORGIA BONATESTA LUDOVICA COLIZZI BENEDETTA MICCOLI AURORA

3 B SIA

3 premio

15/16

ITALIAN FESTIVAL SCRATCH

Nazionale

LIACI FRANCESCO

D’URSO DIEGO

II B

3 premio

17/18

“Generation €uro students’Award” BANCA D’ITALIA

NAZIONALE

Gruppo classe

 

IV B SIA

2 PREMIO

16/17

Model UNEP “Sail to the Future”

REGIONALE

PIANO NAZIONALE ECCELLENZE

MARCO AIENA

Miste

1 PREMIO

17/18

OPEN COESIONE

Nazionale

Gruppo classe

 

IV A SIA IV C SIA

3 premio

16/17

 

 

CONCORSI di area scientifica/ambientale  

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

ECOLOGICA CUP

Nazionale

Gruppo Olivetti

Miste

2

15/16

ECOLOGICA CUP

Nazionale

Gruppo Olivetti

Miste

1

16/17

COREPLA SCOOL CONTEST

Nazionale

Gruppo classe

V C SIA

1

15/16

 

COMPETIZIONI SPORTIVE  

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

GARA NAZIONALE DI MMA (ARTI MARZIALI MISTE)

Nazionale

ISOLA ANDREA

V A SIA

1

15/16

 

PERCORSI/CONCORSI sulla legalità

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

DALLE AULE PARLAMENTARI ALLE AULE DI SCUOLA . LEZIONE DI COSTITUZIONE

Nazionale

Gruppo classe

 

II D

MENZIONE SPECIALE

15/16

 

PERCORSI/CONCORSI ASL

Carattere

Studenti

Classe

Classificazione

a.s.

Storie di alternanza

Camera di commercio

“Un viaggio nel tempo”

Locale

Gruppo

 

misto

Primo premio

16/17

Storie di alternanza

Camera di commercio

“Nonno web”

Locale

Gruppo

 

misto

MENZIONE SPECIALE

17/18

JOB&ORIENTA

BOT GLASSES FOR ALL

Nazionale

Gruppo Olivetti

Miste

VINCITORE

17/18

JOB&ORIENTA

OBIETTIVO INCLUSIONE

Nazionale

Gruppo Olivetti

Miste

VINCITORE

16/17

PREMIO SCUOLA DIGITALE

REGIONALE

Gruppo Olivetti

Miste

2 PREMIO

17/18

UNESCO “La Tela di Aracne" 

Nazionale

Gruppo Olivetti

Miste

VINCITORE

17/18

JOB&ORIENTA

RAPLAB

 

Nazionale

Simone Tamborino Gabriele Bellusci

 

VINCITORE

17/18

Perché abbiamo le idee chiare su come realizzare un percorso formativo di QUALITa’

la QUALITA’ dà significato alla scuola pubblica, perché è garanzia di democrazia e di pari opportunità per tutti, soprattutto per chi non gode di rendite sociali di posizione. Solo la QUALITA’ può restituire alla formazione tecnica il ruolo di motore della mobilità sociale, perché consente di tradurre gli obiettivi formativi in risultati e questi in competenze reali che a loro volta costituiscono il merito

Ma la  Qualità è un obiettivo non un risultato

e la sua ricerca richiede impegno, passione, motivazione, costanza, serietà.

In questi 25 anni di attività siamo stati un punto di riferimento sul territorio per chiunque cercasse un percorso formativo alternativo a quello liceale ma non meno prestigioso e con il vantaggio di conseguire competenze spendibili nel mondo del lavoro 

Frequentare o aver frequentato l’Olivetti è sempre stato motivo di orgoglio per i nostri studenti.

 

Appare chiaro che il nostro Progetto educativo è attraversato da un  pensiero ispiratore di fondo

noi crediamo nel valore della conoscenza come strumento di crescita sociale e di libertà  individuale, come mezzo indispensabile per realizzare una società democratica, fondata sul riconoscimento del diritto di tutti a diventare persone migliori e cittadini consapevoli. Inoltre consideriamo la conoscenza  la risorsa più preziosa per creare nuova ricchezza, che si traduce in sviluppo e lavoro. Noi crediamo che l’istruzione tecnico-economica sia quella che meglio fornisce gli strumenti per capire la realtà, interpretarla e parteciparla consapevolmente; per formare quelle “menti d’opera” di cui società e mondo del lavoro hanno tanto bisogno, soprattutto nel nostro territorio.

La nostra scuola vuole dare risposte efficaci per contrastare il disagio culturale, la mancanza di progettualità e la conseguente demotivazione e sfiducia dei giovani salentini che, più degli altri loro coetanei, hanno necessità di arricchire adeguatamente il proprio percorso formativo. I nostri insegnamenti ci aiutano a colmare il divario fra scuola e mondo reale, ad arricchire di significato il valore della conoscenza, a diffondere quella cultura d’impresa e i suoi valori (organizzazione, responsabilità, collaborazione, condivisione) che tanto servirebbero per contrastare la deriva assistenzialista che ancora pervade molti strati della nostra società.  Ma, anziché intervenire “sui” giovani,noi pensiamo di intervenire “con” i giovani e “abitare con simpatia il loro mondo”. L’intestazione dell’Istituto ad “Adriano Olivetti”, celebre personaggio “visionario”, industriale e intellettuale insigne (1901 – 1960), ha ispirato

la mission dell’Istituto

 guardare lontano, al futuro tenendo sempre gli occhi ben puntati sul presente

curare le nuove generazioni ed educarle all’idea di una comunità tecnologicamente avanzata, solidale, partecipe e giusta

 

                      come l’Olivetti anche la nostra “fabbrica della conoscenza” ha una vision

“il segreto del nostro futuro è fondato sul dinamismo dell’organizzazione e sul suo rendimento […] sulla modernità degli strumenti e dei metodi, ma soprattutto sulla partecipazione operosa e consapevole di tutti ai fini dell’azienda”     A.Olivetti, 1955

 

Con il diploma conseguito si potrà:

  • essere inseriti nel mondo del lavoro come lavoratori dipendenti. In particolare presso aziende private e pubbliche di produzione o di servizi (imprese industriali, commerciali, banche,  scuole, nella Pubblica Amministrazione) nell’area dell’amministrazione, della finanza o nell’area commerciale, nel settore del commercio con l’estero ;
  •  diventare, perché no, imprenditori di successo;
  • proseguire gli studi in tutti gli indirizzi, anche se, naturalmente, le facoltà che consentono di realizzare una maggiore continuità del processo di formazione sono:  Economia (in tutte le sue articolazioni: Economia Aziendale, Economia e commercio, Scienze bancarie….), Giurisprudenza, Scienze politiche (diritto ed economia sono ampiamente e diffusamente trattati, con conseguente facilità di comprensione dei linguaggi tecnici  e giuridici), Scienze Statistiche, Lingue straniere, Ingegneria informatica, Informatica. 

(COS’E’ UN ISTITUTO TECNICO ECONOMICO? CHE FIGURE FORMA?) 

Una scuola che realizza l’integrazione

tra saperi tecnico-gestionali,

tecnologici e saperi umanistici.

 

L’ITES è una scuola che forma alla cultura tecnico-economica e finanziaria, una cultura che dell’umanesimo coglie gli aspetti e le problematiche sociologiche e dalla scienza mutua strumenti e metodi. Una cultura che si riferisce ad ampie aree: l’economia, l’amministrazione delle imprese, la finanza, il marketing, l’economia sociale e il turismo; e che si caratterizza per i suoi stretti legami con il sistema sociale, giuridico, politico, economico e produttivo.  Una cultura moderna, concreta, verificabile in ogni contesto. 

“Agli istituti tecnici è affidato il compito di far acquisire agli studenti non solo le competenze necessarie al mondo del lavoro e delle professioni, ma anche le capacità di comprensione e applicazione delle innovazioni che lo sviluppo della scienza e della tecnica continuamente produce”

  Questa scuola fornisce competenze direttamente spendibili nel mondo del lavoro in quanto prepara

figure esperte nell’amministrazione delle aziende,

capaci di impostare e gestire il sistema informativo aziendale,

di pianificare, amministrare e controllare la gestione delle imprese

di comprendere i meccanismi che regolano il mondo dell’economia reale e della finanza e di orientarsi nel mercato dei prodotti finanziari per coglierne le caratteristiche , soprattutto in termini di  rischi e rendimenti

di riconoscere le caratteristiche del sistema socio economico per orientarsi nel tessuto produttivo

   di cogliere i legami fra il mondo economico e la normativa civilistica, pubblicistica e fiscale che ne regola i comportamenti

di gestire e adattare i software applicativi alle diverse esigenze delle imprese

di  interpretare e interagire, con proprietà di strumenti linguistici e tecnici, con le differenti realtà geopolitiche e settoriali

di trasformare le proprie idee in progetti d’impresa, grazie alla conoscenza dei sistemi organizzativi aziendali 

Per l’ampiezza e la profondità delle materie trattate e la preparazione ottenuta con l’associazione di teoria e pratica operativa, l’ITES è una scuola che consente  di affrontare con successo gli studi universitari.

Il nostro Istituto è nato nel 1988 come ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE per la necessità di razionalizzare i due Istituti Tecnici Commerciali già presenti nel capoluogo. La scuola, sita in via Marugi a Lecce, nel giro di pochi anni è riuscita a diventare un punto di riferimento per l’istruzione tecnica nel territorio, dove ben presto è stata percepita come

 una scuola di qualità, giovane, innovativa e tecnologica, capace di coniugare rigore e creatività, serietà e disponibilità, tradizione e modernità, attenzione al territorio e visione internazionale.

Oggi l’ “Olivetti”, in virtù della riforma che ha riguardato la Scuola Secondaria Superiore, si configura come ISTITUTO TECNICO ECONOMICO con l’Indirizzo di “Amministrazione, Finanza e Marketing” (che trova corrispondenza nel vecchio ordinamento con l’indirizzo IGEA) e le sue due  articolazioni: Sistemi informativi aziendali” (che trova corrispondenza nel vecchio ordinamento con l’indirizzo informatico  Mercurio) e “Relazioni internazionali per il Marketing”.