×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

Questo sito si serve di cookie per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Servendoti del nostro sito acconsenti al collocamento di questo tipo di cookie sul tuo dispositivo.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Hai rifiutato i cookie. Questo diniego può essere revocato.

Anche “a bocce ferme” e con i ragazzi quasi tutti in vacanza (tranne quelli impegnati in esami o recuperi) l’Olivetti continua a raccogliere premi e riconoscimenti e chiude l’anno scolastico con il botto.

Marco Aiena, studente della classe 4A RIM, ha vinto il premio come “Migliore Delegato” nel corso della simulazione diplomatica MODEL coordinata dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca nell’ambito dell’evento tenutosi a Brindisi a inizio giugno e legato al Piano Nazionale della Scuola Digitale.

Tale riconoscimento ha consentito al ragazzo di partecipare negli ultimi giorni di giugno al “Digital Exchange Program” (DEP), progetto di mobilità di studenti italiani meritevoli verso Paesi extraeuropei organizzato dal MIUR in collaborazione con il Convitto Nazionale Paolo Diacono di Cividale del Friuli, presso la città di Udine in qualità di unico rappresentante delegato per l’intera Regione Puglia.

Il progetto coinvolge ogni anno un diverso gruppo di 10 studenti, provenienti da scuole di tutto il territorio nazionale, selezionati dal MIUR per essersi distinti nell’ambito di eventi nazionali.

La prima tappa del progetto DEP è stata la partecipazione all’Acceleration Lab, che si è svolta a Udine dal 27 al 29 giugno nell’ambito dell’evento “Conoscenza in Festa” organizzato dall’Università di Udine, dove gli studenti hanno avuto l’opportunità di apprendere metodologie innovative di co-progettazione e di condividere la loro visione di società del futuro lavorando in piccoli gruppi, esponendo, al termine dei lavori, le proprie idee ad esperti del mondo delle Istituzioni, dell’Università e delle Organizzazioni Internazionali.

La seconda tappa sarà una fase di comunicazione in remoto con gli studenti della scuola Partner, durante la quale gli studenti svilupperanno a distanza un progetto.

La terza fase prevederà l’ implementazione in loco del progetto durante due settimane di mobilità in CANADA, con la partecipazione degli studenti, tra cui appunto il nostro Marco Aiena, al G7 dei giovani.

Questa incredibile e importantissima opportunità, come si accennava all’inizio, è solo l’ultimo successo di una lunga serie di riconoscimenti raccolti dagli studenti dell’Olivetti durante l’anno scolastico, ma più in generale nell’ultimo triennio, grazie alla Dirigente Patrizia Colella che ha inteso stimolare i docenti al fine di mettere a frutto l’ingente mole di lavoro didattico ed extradidattico che negli ultimi anni ha contraddistinto l’offerta formativa della scuola, attraverso la partecipazione a competizioni e concorsi di carattere locale e nazionale.

Così negli ultimi tre anni, per esempio, sono arrivati ben 2 secondi posti nazionali nella prestigiosa competizione organizzata dalla Banca d’Italia “Euro Students Generation Awards”, una “Menzione speciale” alla Camera dei Deputati grazie al progetto “Ne vale la pena” nell’ambito del concorso “A Lezione di Costituzione”, un primo e un secondo posto nella competizione nazionale “Ecologica cup”, un terzo posto nazionale nel progetto A Scuola di Open Coesione, un primo posto nazionale nelle gare di arti marziali miste, un primo posto nazionale nella categoria “Band” nel concorso musicale Fa.Re.Mi, un primo, secondo e terzo posto nella gara di informatica regionale Pink Hackathon Award, un primo posto e una menzione speciale nel premio Storie di Alternanza rispettivamente con i progetti di alternanza “Un viaggio nel tempo: visite teatralizzate nel centro di Lecce” e “Nonno web”, un primo posto nel Concorso Letterario Circolo Carducci vinto da un detenuto della nostra sede carceraria, menzioni e riconoscimenti anche per i lavori artistici coordinati dalla prof.ssa Coppola (es. Concorso “Gocce dello stesso mare”) e tantissime altre soddisfazioni che hanno ripagato il lavoro spesso pomeridiano dei molti nostri studenti coinvolti, in modo trasversale dalle classi Prime alle classi Quinte e soprattutto tra le diverse discipline, da quelle caratterizzanti (economia, diritto, informatica, lingue) a quelle scientifiche (soprattutto in ambito ecologico e nella gestione dei rifiuti), da quelle sportive a quelle letterarie, per finire con quelle artistiche (musicali e pittoriche).